Si è svolto lo scorso Sabato 6 Marzo, in Via degli Osci, il terzo incontro di co-progettazione “Upper Seeds”, organizzato dalla cooperativa sociale Labirinto e dall’associazione Bici X Umanità nell’ambito del progetto Upper del Comune di Latina.

All’incontro hanno preso parte i rappresentanti del comitato di quartiere di piazza degli Elleni (oggi piazza Ilaria Alpi), della scuola Torquato Tasso, dei residenti e di alcune delle associazioni aderenti al progetto come l’APS L’Ultimo e l’APS Ringrazio Prego e Dono. Tra i presenti, anche i rappresentanti dell’Università La Sapienza, partner del progetto Upper che sta curando la progettazione delle soluzioni nell’area di Piazza Ilaria Alpi, e molti cittadini attivi ed esperti di orticultura, permacultura e food forest come Francesco D’Amico.

Obiettivo comune dell’incontro è stata la prossima presentazione di tre proposte di patto di collaborazione tra cittadini, associazioni, scuola e amministrazione comunale per la riqualificazione e la sperimentazione di soluzioni basate sulla natura nelle aree verdi comunali di Via degli Osci, di Piazza Ilaria Alpi e del boschetto di eucalipti di Via dei Romani.

Tante le soluzioni proposte durante l’incontro. Dall’orto didattico in via degli Osci, proposto dall’Associazione Bici X Umanità, che ha trovato l’adesione della scuola, per il quale sono state discusse soluzioni progettuali come la food forest, la permacultura ed i sistemi di recinzione inclusiva e raccolta di acqua piovana per l’irrigazione.

Altre proposte di patto di collaborazione hanno riguardato l’area di Piazza Ilaria Alpi, ad integrazione degli interventi di riqualificazione già in corso da parte del Comune su impulso del comitato di quartiere locale. Si è discusso in particolare, della realizzazione e della manutenzione di una zona gioco, lettura e didattica all’aperto, con percorsi sensoriali e arredi fatti di materiali naturali come sabbia, legno, erba e piccoli sassi.

Anche la presenza dei cani nell’area verde è stata oggetto di dibattito, con diverse proposte per migliorare la pulizia, la sicurezza e la convivenza tra bambini e cani in tutta l’area erbosa, quali la realizzazione di un’area gioco e sgambamento per cani e la dislocazione di aiuole dedicate esclusivamente ai bisogni dei cani in via sperimentale.

Grande interesse ha suscitato la proposta di riqualificazione del boschetto di eucalipti di Via dei Romani, ricco di biodiversità, che potrebbe accogliere, una volta bonificato dai rifiuti, un’area pic nic e un percorso naturalistico sensoriale per bambini, con case per uccelli, pipistrelli ed arnie per l’apicultura urbana.

I cittadini che hanno partecipato all’evento hanno ascoltato gli interventi degli organizzatori e sono intervenuti attivamente con proposte legate alla partecipazione pubblica e alla cura del verde, rimarcando l’importanza di progettualità che coinvolgano l’intero quartiere.

“Occorre la partecipazione attiva di chi vive nel quartiere: è una grande occasione per creare relazioni sociali e rigenerare zone incolte, abbandonate e degradate”
ha evidenziato Sergio Schrott, presidente di Bici x Umanità

”Il progetto Upper può offrire aiuto in fase di avvio, attraverso le competenze tecniche e le risorse dei partner, ma serve la collaborazione di tutti i residenti e delle scuole perché questi interventi possano durare e svilupparsi nel tempo” ha aggiunto Roberta Cocchioni, referente della Cooperativa Labirinto.

Di fondamentale importanza è l’aspetto educativo delle soluzioni, che sarà possibile grazie alla anche grazie alla partecipazione dell’Istituto Comprensivo Tasso all’interno del programma Upper Seeds.

L’interesse dei cittadini all’iniziativa è stato tale che seguiranno altri incontri per discutere nel dettaglio i progetti delle aree e finalizzare le proposte di patto di collaborazione.